______ Prima di inviare una e-mail eliminare il carattere spazio prima e dopo il simbolo @

Piazze Telematiche - Torna all'home




Presentazione

L'Associazione è nata nel 1993 con lo scopo di promuovere e sensibilizzare enti istituzionali centrali e locali, imprenditori, associazioni, liberi professionisti e i cittadini sulla necessità non più rinviabile di promuovere la realizzazione di una rete di Piazze Telematiche e di una rete di Centri di Teleautomobili come infrastrutture di sistema paese indispensabili per favorire un modello di sviluppo economico-industriale nel rispetto dell'ambiente, e nello stesso tempo, accompagnare il passaggio dall'economia industriale a quella digitale e della comunicazione.

Aderiscono all'Associazione sia soci individuali (professionisti in campo urbanistico ed architettonico, esperti di telematica, di informatica, di sistemi per la mobilità sostenibile, ecc.), sia soci collettivi istituzionali ed industriali, per mezzo dei quali si esplica l'azione di ricerca e di studio, quale momento di riflessione e di confronto interdisciplinare.

Il rapido sviluppo delle tecnologie telematiche, e più in generale lo scenario prefigurato dai piani per la realizzazione della "società dell'informazione" (Task force sulla larga banda , e-government, ecc.), impone un necessario adeguamento degli strumenti di lettura, di analisi e di progettazione della trasformazione urbana.

In questo processo di adeguamento è fondamentale trovare risposte tramite sistemi e tecnologie innovative per la progettazione, realizzazione e gestione delle reti telematiche, nonché individuare modelli e soluzioni tecnico-organizzative all'avanguardia per la pianificazione e la gestione razionale del territorio e dei servizi ad esso correlati.

Da ciò parte l'azione di analisi marketing, di ricerca e di studio dell'Associazione, quale momento di riflessione e confronto interdisciplinare in particolare su:

  • i fenomeni urbani e territoriali che potranno innescarsi con il processo di trasformazione delle città in città telematiche, ove le nuove reti tecnologiche (fibra ottica, gsm, umts, satellite, ecc.) consentiranno un ridisegno delle componenti funzionali, organizzative e gestionali del territorio;
  • la progettualità necessaria affinché le reti telematiche diventino uno degli strumenti al servizio del riequilibrio fra i sistemi per la mobilità collettiva ed individuale delle persone ed i flussi di informazione digitale, consentendo così una ridefinizione dell'assetto del territorio nel contesto di nuove infrastrutture (autostrade telematiche) e di nuove polarità (piazze telematiche);
    • il potenziale impatto che potrà aversi su:
    • i nuovi modelli organizzativi del lavoro;
    • sui sistemi di trasporto collettivi ed individuali;
    • sull'ambiente e sulla qualità della vita;
    • ecc..

L'Associazione Piazze Telematiche ha fatto propri gli orientamenti indicati dall'Unione Europea, che prefigurano una trasformazione urbana mirata a realizzare :
La città Agorà: una città incentrata sull'uomo con una totale armonia tra gli insediamenti e lo spazio urbano, tra la coesione sociale e lo sviluppo economico.
La città Glocale (globale/locale): una città con un maggiore equilibrio tra i processi di globalizzazione e la capacità di valorizzare le risorse locali e le diverse specificità ed attitudini.
La città Sostenibile: una città in grado di risolvere al proprio interno i problemi che genera, senza trasferirli ad altri o alle future generazioni.

La diffusione e l'uso plurifunzionale delle reti telematiche aprono nuovi orizzonti sociali, nuove forme di democrazia informativa (con conseguenze rivoluzionarie nella comunicazione, nel lavoro, nell'educazione, nei servizi, nell'industria, nei trasporti), ma nel contempo, agli attuali problemi delle aree metropolitane, riconducibili al venir meno dell'identità socio/culturale locale dovuta alla globalizzazione dei mercati e alla saturazione delle funzioni della città, si potrebbero aggiungere l'isolamento del telelavoratore confinato tra le mura domestiche e le conseguenti forme di disagio sociale del tutto nuove.
Per questo si ritiene fondamentale aprire un dibattito e sviluppare una progettualità che - monitorando rischi ed opportunità - realizzi soluzioni non utopistiche, ma dimensionalmente compatibili con la sostenibilità degli investimenti e lo sviluppo di una economia dei servizi che impatti sui sistemi urbani agevolando le trasformazioni sopra indicate e così come auspicato e sostenuto dall'Unione Europea.

L'Associazione intende pertanto favorire il confronto, lo scambio di esperienze e la collaborazione fra tutti quegli attori che hanno già in corso progetti, realizzazioni e attività di gestione di spazi urbani e di servizi telematici riconducibili a Progetti Pilota che siano utili e di riferimento alla definizione di standard tecnici e di requisiti di qualità della rete di PIAZZE TELEMATICHE®

LE PRIME ATTIVITA' DI RICERCA E DI SENSIBILIZZAZIONE

Partecipazione nel 1994 alla stesura della Nuova Carta dell'Urbanistica per la Citta' del XXI secolo (Carta di Megaride 94, costituita da 10 "principi" fondativi che riportano a comportamenti etici e sociali).

Partecipazione al concorso "Aldo della Rocca" sul tema "Le infrastrutture fisiche e telematiche per la citta' del XXI secolo", ottenendo il riconoscimento del secondo posto.

Primo Convegno Nazionale nel febbraio del 1995 presso la sede della Confindustria in Roma, sul tema "Piazze Telematiche per una citta' a sviluppo sostenibile".

Evento nel settembre 1995 a Milano in collaborazione con SMAU: "Comuni e reti informatiche: Piazze Telematiche", realizzazione di una "metafora espositiva" costituita da tre centri di servizi telematici riferiti ai Comuni di Bologna, Milano e Roma, racchiusi all'interno di un'ideale "piazza" con spazi di incontro e di interazione sociale.

Partecipazione, nel dicembre 1995, alla Manifestazione Internazionale "Degrado Urbano e Città' Cablata" in preparazione della conferenza di Istanbul 1996 sull'Habitat, nell'ambito della collaborazione con il Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio dell'Universita' degli Studi di Napoli "Federico II".

A febbraio 1996, a Bologna, nell'ambito di EUROPOLIS - Salone delle Tecnologie per vivere le città, organizzazione del seminario "Dalla città alla città cablata: quali scenari di trasformazione ?"

Partecipazione nel marzo 1996 a Roma a EDIMEDIA con un seminario sul tema "L'Editoria civica: le Reti per un nuovo rapporto con il cittadino" - Prima Conferenza Nazionale sull'Editoria Elettronica e Multimediale, promossa dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

Partecipazione a PUBBLISMAU 96 a Milano, dove la "piazza telematica" si è estesa a racchiudere i centri telematici di città metropolitane (Milano, Roma, Torino, Napoli), regione Lombardia, istitituzioni pubbliche (AIPA, Motorizzazione Civile).


LE PRIME COLLABORAZIONI OPERATIVE

L'Associazione ha partecipato, nel 1994, in partnership con altri organismi ed imprese al Programma ACT-VILL dell'Unione Europea della DG XII-Scienza e Tecnologia.
Tale progetto è stato presentato nell'ambito della Conferenza internazionale "Urban Utopias: new tools for the renaissance of european cities" (novembre 1995) su invito dell'Unione europea (DG XII) e del Coordination Center for Technology Assessment and Impact Research del Comune di Berlino.

Successivamente a questa prima esperienza, che ha permesso di presentare l'idea-progetto di "piazze telematiche" a livello europeo, l'Associazione ha iniziato nel 1996 a collaborare con Enti pubblici e privati per l'attuazione di studi e progetti relativi alla realizzazione di "piazze telematiche".

La più rilevante, è la collaborazione attuata con il Comune di Napoli, per la presentazione del progetto "Una rete di piazze telematiche per la città di Napoli", nell'ambito del bando di gara dell'Unione Europea sui Progetti Pilota Urbani (DG XVI - coesione sociale e sviluppo sostenibile - ex art. 10 FESR)

Per tale tipo di collaborazioni, l'Associazione promuove la partecipazione operativa dei suoi associati liberi professionisti oppure opera direttamente in un ruolo di coordinamento delle attività di propri associati e rispondendo direttamente verso i committenti, secondo le norme statutarie e regolamentari dell'Associazione

Ulteriori collaborazioni su altri progetti di rilievo, per comuni capoluoghi ed aree metropolitane, vedono attualmente l'impegno professionale di molti soci dell'Associazione, nel rispetto delle regole deontologiche che ogni associato ha nei confronti del proprio organismo (società, ente, ecc.) di appartenenza, ma con un parallelo arricchimento del know-how complessivo del sistema associativo di "Piazze Telematiche".

Convegni, seminari e mostre promossi dall'Associazione hanno ricevuto sostegno e sponsorizzazione da Stet, Telecom Italia, IBM, Sony, Microsoft, Blaupunkt, Bosch, Viasat, Smau, Motorshow e numerose altre Società anche a livello locale (Infotel S.r.l., ecc.).

LO SVILUPPO DELL'IDEA-PROGETTO PIAZZE TELEMATICHE®:
dalle prime Iniziative, ai Progetti Pilota, alla I° Convention con i Sindaci della Campania

1982 -1984 - Infrastruttura di servizi telematici self-service presso una Camera di Commercio

1986 -1990 - "12 Telecentri per i giornalisti di Italia 90"

1993 - Costituzione Associazione Piazze Telematiche (marchio registrato presso l'Ufficio Brevetti del
Ministero dell'Industria)

1994 - Partecipazione alla stesura della Carta di Megaride 94 per l'urbanistica del XXI secolo -
Università Federico II di Napoli (Prof. Corrado Beguinot)

1994 - 1995 - Urban Utopias: new tools for the renaissance of european cities (U.E. DGXII - European Conference -
Berlin -1995)

1995 - Comuni e reti informatiche: Piazze Telematiche - Pad. PubbliSmau '95 (SMAU '95)

1996 - Piazze telematiche network ( HABITAT II - Istanbul - 1996)

1996 - Dalla città alla città cablata ( Europolis '96 - Bologna)

1996 - Piazza Telematica - pad. PubbliSmau'96 (evento la Pubblica Amministrazione per il Sistema
Paese - SMAU '96)

1996 - 1997 - Collaborazione con il Comune di Napoli - Progetto Pilota Urbano "Una rete di Piazze
Telematiche per la città di Napoli
"

1997 - Studio di prefattibilità per una Piazza Telematica nel Comune di Colleferro

1997 - Mobilità nel XXI secolo: virtuale e fisica (Motorshow 97 - I edizione - Bologna)

1998 - Infrastrutture telematiche e territorio (Europolis 98 - Bologna)

1998 - Avvio del Progetto Pilota Urbano a Napoli (finanziato dall'Unione Europea - DG XVI)

1998 - Avvio di un Progetto Pilota di "Villaggio Glocale" (Altaretto in Val di Susa)

1998 - Convegno annuale - 8 ottobre 1998 : "Una rete di Piazze telematiche per lo sviluppo e l'occupazione"

1998 - Mobilità nel XXI secolo: virtuale e fisica (Motorshow 98 - II edizione - Bologna)

1999 - Supporto a progetti PIAZZE TELEMATICHE nell'ambito dei PRUSST - Programmi di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del Territorio del Ministero LL PP
http://www.provincia.asti.it/piazzetelematiche/index.htm
htp://www.piazzetelematiche.it/prog_spoleto_testo.html
http://www.piazzetelematiche.it/prog_spoleto_tavola.html

1999 - Seminario: Inserimento di progetti di PIAZZE TELEMATICHE nei PRUSST (Programmi di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del Territorio)

1999 - contributo al Convegno PubbliSmau'99 - Autostrade telematiche: pubbliche e privatizzate

1999 - Partecipazione e contributo al Forum per la Società dell'Informazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri

1999 - Sessione di lavoro Prusst - Piazze Telematiche della Provincia di Asti (15 settembre 1999)

2000 - contributo al Convegno PubbliSmau 2000

2001 - contributo al Convegno Pubblismau 2001

2002 - 2 marzo - I° Convention con i Sindaci della Campania

2002 - 23 aprile - Partecipazione al Convegno "Bio-design: edificio, prodotto, ambiente"


INDIRIZZI A CUI CONTATTARE I RESPONSABILI DELL'ASSOCIAZIONE

E-mail dei membri del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti

Torna ad inizio pagina


Piazze Telematiche©® Copyright 1993-2005
E-mail:
associazione@piazzetelematiche.it